Come scegliere una tavoletta grafica per fotografia

Dec 14,2020 PM 16:35

1374

0


Come scegliere una tavoletta grafica per fotografia


Per il photo editing artistico e professionale - Come scegliere una tavoletta grafica



Per coloro che desiderano ritoccare elementi base della fotografia, come esposizione, livelli, saturazione, composizione e piccole correzioni, programmi come Photoshop sono un must da imparare ed utilizzare quotidianamente.


Il fotoritocco è un'arte ormai necessaria per ottenere risultati fotografici superiori, una foto scattata con una DSLR o mirrorless non sarà quasi mai pronta per la pubblicazione prima di essere ritoccata utilizzando un software specifico.


L'arte della fotografia non si ferma però alle correzioni di base, in alcuni casi la si unisce all'arte del disegno, quando ad esempio da una foto scattata si vuole ottenere una rappresentazione grafica completamente originale.



Dove la foto diventa una tela di base sulla quale disegnare la propria creatività, lo strumento ideale per interagire con il software è la tavoletta grafica, che rappresenta un foglio di lavoro sulla quale disegnare con una penna digitale.


Una tavoletta grafica vi permette di agire sulla foto come se fosse su foglio di carta, aumentando lo spettro di possibilità quando si ritocca un'immagine(per lo scontorno e il fotoritocco). I gesti sono più naturali rispetto al movimento del mouse e la precisione nell'esecuzione dei tratti e delle sfumature è migliore.



Per capire quale tavoletta grafica scegliere, ci sono alcune caratteristiche importanti che fanno la differenza nella praticità d'uso e nelle performance di elaborazione.


Formato

Le tavolette grafiche possono essere in formato A3 (29.7 x 42 cm), A4 (21 x 29.7 cm), A5 (14.8 x 21 cm) o A6 (10.5 x 14.8 cm), come i fogli di carta, oppure possono avere dei formati personalizzati adatti a vari scopi.

Da notare che su una tavoletta più piccola, essendo l'area di lavoro piuttosto limitata, i movimenti raggiungono facilmente ampie distanze sullo schermo del computer.


Area attiva

Questa è la superficie attiva della tavoletta, l'area su cui si può agire con la penna, ovvero la dimensione del foglio di lavoro. Per maggiore comodità d'uso, si deve acquistare una tavoletta grafica con una superficie proporzionata allo schermo del computer.


Risoluzione

Si misura in LPI, lines per inch, e definisce la qualità della superficie attiva in quantità di linee presenti su un singolo pollice. Più questo numero è alto, meglio sarà la risoluzione della tavoletta.


Display

Alcune tavolette grafiche di fascia alta dispongono di un proprio display che permette di lavorare senza l'ausilio del PC. Possiamo immaginarle come dei tablet dedicati al disegno che permettono di lavorare in maniera molto comoda direttamente sul disegno che si sta realizzando. Purtroppo i loro prezzi sono tutt'altro che abbordabili.



RPS / PPS

Sta per Reports/Points Per Second, e indica la velocità di trasmissione dati con il computer. Quando questo numero è basso, la qualità dei tratti disegnati sarà più a scatti, mentre per numeri più alti si avranno linee morbide e naturali.


Penna

Prima cosa da accertare è che la penna hanno una tecnologia interna EMR (electromagnetic resonance) che permette alla penna di ricevere energia direttamente dalla superficie attiva della tavoletta, quindi senza bisogno di batterie.


Sensibilità

Più la tavoletta è sensibile, più saranno possibili sfumature e pressioni naturali della penna per simulare tratti leggeri o pesanti. Un aspetto importantissimo della tavoletta è la capacità di trasmettere la pressione esercitata sulla superficie e convertirla in dati digitali.


Accessori disponibili

La penna non è l'unico componente che si può usare per interagire con una tavoletta grafica. Altri strumenti di cui potresti aver bisogno (e che spesso vanno acquistati separatamente) sono l'aerografo, le punte intercambiabili per lo stiletto, il foglio trasparente per ricalcare i disegni poggiati sulla tavoletta o il guanto per l'impugnatura della penna (che copre mignolo e anulare in modo da evitare graffi o tratti accidentali).


Tasti e supporto multi-touch

Le tavoletta grafica possono avere due o più tasti programmabili ai quali l'utente può associare le funzioni che preferisce. Inoltre possono essere presenti una rotella, un tasto sferico o un dispositivo circolare per zoomare le immagini, ruotarle e scorrerle (un po' come se fosse la rotella centrale del mouse).



Conclusioni:

Esistono diversi tipi di tavoletta grafica, a seconda dell'utilizzo e delle necessità: la più comune è la tavoletta composta di superficie e penna, si collega al PC tramite USB e la si usa per disegnare sulla superficie della tavoletta stessa mentre si guarda lo schermo del computer.


Per coloro che invece preferiscono utilizzare la penna direttamente su schermo, ci si deve indirizzare verso una tavoletta con display, questo vi permetterà di agire direttamente sulla foto, mentre il processamento dei dati passa comunque dal computer collegato.



Responses
Usiamo i cookie per personalizzare e migliorare la vostra esperienza di navigazione sui nostri siti web. Puoi gestire le tue impostazioni in qualsiasi momento attraverso le preferenze dei Cookie o leggere la nostra politica dei Cookie per imparare di più.
Solo richiesto
Ricevi tutto